JoomlaTemplates.me by Discount Bluehost

34 MESSICO: IL PAPA AI VESCOVI di don Augusto Casolo

Categoria: B - Rapporti con i vescovi e i suoi collaboratori Pubblicato: Venerdì, 08 Aprile 2016

 

  1. Un inquieto e illustre scrittore di questa terra, disse che a Guadalupe non si chiede l’abbondanza dei raccolti o la fertilità della terra, bensì si cerca un grembo in cui gli uomini, sempre orfani e diseredati, vanno cercando una protezione, una casa.
  2. Vi invito a partire nuovamente da questa necessità di un grembo che promana dall’anima del vostro popolo. Il grembo della fede cristiana è capace di riconciliare il passato spesso segnato da solitudine, isolamento ed emarginazione, con il futuro continuamente relegato ad un domani che sfugge.
  3. Chinatevi quindi, fratelli, con delicatezza e rispetto, sull’anima profonda della vostra gente, scendete con attenzione e decifrate il suo misterioso volto.
  4. E’ necessario uno sguardo capace di riflettere la tenerezza di Dio.. Non abbiate paura della trasparenza.. non riponete la vostra fiducia nei “carri e cavalli” dei faraoni attuali.
  5. Dio vi chiede di avere uno sguardo che sappia intercettare la domanda che grida nel cuore della vostra gente, l’unica che possiede nel proprio calendario una “festa del grido”. A quel grido bisogna rispondere che Dio esiste ed è vicino mediante Gesù.
  6. Nei vostri sguardi, il Popolo messicano ha il diritto di trovare le tracce di quelli che “hanno visto il Signore” , di quelli che sono stati con Dio. Questo è l’essenziale. Non perdete tempo nelle cose secondarie, nelle chiacchiere e negli intrighi, nei progetti di carriera, nei piani di egemonia, negli sterili club di interessi o di consorterie.
  7. Penso alla necessità di offrire un grembo materno ai giovani. Che i vostri sguardi siano capaci di incrociarsi con i loro sguardi. Vi prego di non sottovalutare la sfida etica e anti-civica che il narcotraffico rappresenta per la gioventù e per l’intera società messicana, compresa la Chiesa.
  8. Siate, pertanto, Vescovi capaci di imitare questa libertà di Dio scegliendo ciò che è umile per manifestare la maestà del suo volto… Imitate la sua condiscendenza e la sua capacità di abbassarsi..Uno sguardo di singolare delicatezza vi chiedo per i popoli indigeni, per loro e le loro affascinanti culture, non di rado massacrate.
  9. Vi prego di non cadere nella paralisi di dare vecchie risposte alle nuove domande. Il vostro passato è un pozzo di ricchezze da scavare, che può ispirare il presente e illuminare il futuro.
  10. Vi invito a stancarvi, a stancarvi senza paura nel compito di evangelizzare e di approfondire la fede, mediante una catechesi mistagogica che sappia far tesoro della religiosità popolare della vostra gente.
  11. Occorre per i nostri Pastori superare la tentazione della distanza e del clericalismo, della freddezza e dell’indifferenza, del comportamento trionfale e dell’autoreferenzialità.
  12. Solo una Chiesa capace di proteggere il volto degli uomini che vanno a bussare alla sua porta è capace di parlare loro di Dio… E il primo volto che vi supplico di custodire nel vostro cuore è quello dei vostri sacerdoti. Non lasciateli esposti alla solitudine e all’abbandono, preda della mondanità che divora il cuore.
  13. Dove abita Dio, l’uomo non può accedere senza essere ammesso, ed entra solamente “togliendosi i sandali” per confessare la propria insufficienza. E questo aver dimenticato di “togliersi i sandali” per entrare, non è probabilmente alla radice della perdita del senso della sacralità della vita umana, della persona, dei valori essenziali, della saggezza accumulata lungo i secoli, del rispetto per la natura?
  14. Il Messico e la sua vasta e multiforme Chiesa hanno bisogno di Vescovi servitori e custodi.. Non c’è bisogno di “prìncipi”, bensì di una comunità di testimoni del Signore.

Permettetemi un’ultima parola per esprimere l’apprezzamento del Papa per tutto quanto state facendo per affrontare la sfida della nostra epoca rappresentata dalle migrazioni. Fratelli, i vostri cuori siano capaci di seguirli e raggiungerli al di là delle frontiere

(pur nella particolarità della chiesa messicana, alcuni punti toccati dal Papa meritano l’attenzione  sia  dei Vescovi che del popolo, nella Chiesa tutta).

Visite: 494